Una città fatta di stuzzicadenti

Ce ne sono voluti 100.000 per portare a termine il suo lavoro, e il risultato è un’opera d’arte architettonica senza pari: una scultura fatta di stuzzicadenti che rappresenta la città che ama, San Francisco.

 

Alto circa tre metri e largo due, la scultura di Weaver fatta di stuzzicadenti non è la più grande del mondo, ma è l’unica che può essere interamente attraversata da una pallina da ping pong che può rotolare nelle vie della città. Il titolo che lo scultore ha dato alla sua creazione è “Rolling Through the Bay,” cio'è, “Rotolando attraverso la baia.” Weaver la descrive al San Francisco Chronicle dicendo, “E’ San Francisco come la vedo io.”

 

Lui era solo un adolescente quando ha inizato la costruzione. Armato solo di colla e molte scatole di stuzzicadenti (appena 99 centesimi per una scatola da 750), Weaver lentamente ma senza esitazioni ha costruito una città dal nulla. La sua città è sopravvissuta alle prove del tempo, resistendo a un terremoto, a quattro traslochi, e alla presenza di quattro alani. Con un semplice movimento della coda però, uno dei cani ha causato il danno maggiore, cancellando in un istante 100 ore di duro lavoro. Ma i lavori di manutenzione fanno parte della vita quotidiana di ogni metropoli, e anche se la creazione di Weaver è tecnicamente completata, lui continua ad aggiungere nuovi tocchi qua e là, e se uno stuzzicadente si stacca, lui semplicemente lo incolla di nuovo.

 

Un esempio di perseveranza e visione a lungo termine, “Rolling Through the Bay” ci conferma di nuovo che poco a poco e giorno per giorno grandi cose possono essere realizzate. 




indietro