EMIRATI ARABI – solidarietà con la Siria

Gli studenti saranno impegnati nei campi profughi e intanto le Monarchie del petrolio stanziano 870 mln Usd in occasione della  Conferenza dei donatori...

 

Così, per fronteggiare la crisi in Siria, gli Emirati Arabi Uniti (Eau) lanciano una campagna di solidarieta' che, oltre ad ingenti aiuti economici, porta gli studenti emiratini nei campi profughi.


Saranno dodici gli studenti, metà maschi e metà femmine, del primo biennio della scuola superiore, che partiranno il 29 gennaio raggiungendo i campi profughi siriani in Giordania dove aiuteranno per la distribuzione dei beni raccolti: coperte, materassi, indumenti invernali, generi alimentari, stufette.



il sottosegretario ,del ministero dell’Istruzione che ha coordinato l'iniziativa, Marwan Al Sawaleh ha dichiarato: "Vogliamo che i ragazzi sperimentino di prima persona questa realta'

 

                              
il dirigente della Croce Rossa emiratina, Mohammad al Fahim ha aggiunto:"La cultura del dare e' un insegnamento che viene dallo sceicco Zayed Al Nayah (fondatore degli Eau) ed e' per questo che abbiamo avviato una campagna di sensibilizzazione ai problemi dei profughi siriani in tutte le scuole,"

La campagna, "I nostri cuori con il popolo della Siria", era stata gia' annunciata dal presidente degli Eau, lo sceicco Khalifa Al Nahyan.

 


Le monarchie petrolifere del Golfo, hanno donando, complessivamente, 870 milioni di dollari anche se i fondi raccolti durante la Conferenza internazionale dei donatori che si e' svolta per il secondo anno consecutivo in Kuwait, non si avvicina nemmeno alla meta' di quanto indicato dal segretario dell'Onu Ban Ki-Moon come urgente necessita' per fronteggiare la crisi umanitaria che sta schiacciando il popolo siriano entro e fuori i suoi confini. Le stime presentate dal segretario generale indicano almeno 6,5 miliardi di dollari necessari per i 2,3 milioni di rifugiati fuori dalla Siria e per gli oltre 6,5 milioni di sfollati.

 

LEGGILA IN ESPERANTO

 

FONTE: Ansamed.it




indietro