BANGLADESH - libri di scuola in "tribale" per le minoranze

È la nuova iniziativa del progetto Aloghar ("faro"), destinata alle scuole materne ed elementari. Direttore della Caritas: "L'istruzione è un diritto, e lo è anche poter studiare nella propria madrelingua". L'iniziativa aiuterà i bambini di otto diverse comunità tribali.

Salvaguardare le tante lingue del Bangladesh per promuovere l'istruzione anche tra le comunità tribali. È l'obiettivo della Caritas Bangladesh, che nell'ambito del progetto Aloghar ("faro") ha lanciato il programma Multi Lingual Education (Mle), destinato ai bambini in età pre-scolare e scolare. La cerimonia di presentazione è avvenuta il 25 febbraio scorso a Dhaka, alla presenza del ministro dell'Istruzione Mostafizur Rahman. "Ogni lingua - ha sottolineato il politico - è importante, nessuno dovrebbe sentirsi escluso o ignorato perché fa parte di una gruppo etnico di minoranza".

Nell'ambito del Mle, Aloghar ha creato otto sussidiari in altrettante lingue tribali, per la scuola materna ed elementare. Benedict Alo D'Rozario, direttore esecutivo della Caritas Bangladesh, ha sottolineato che "l'educazione è un diritto, e anche poter studiare nella propria madrelingua è un diritto".

"Il Bangladesh - ha sottolineato Promod Mankin, cattolico e ministro del Welfare - è un Paese in cui a parte il bengalese, le altre lingue sono parlate da pochi nuclei. Ma anche queste fanno parte della nostra nazione, e per questo è giusto valorizzarle". Il bengali è la lingua ufficiale del Paese ed è anche la lingua del gruppo etnico di maggioranza (bengalesi, 97,7% della popolazione).

Secondo Rasheda Choudhury, direttore esecutivo della Campaign for Popular Education (Campe), "il programma aiuterà a ottenere la fiducia delle persone, ridurrà il numero di studenti che abbandonano la scuola e arricchirà la cultura nazionale".

La Caritas ha lanciato Aloghar nel 2011 con il sostegno economico dell'Unione europea e della Caritas France. Il progetto coinvolge 1.005 istituti in 104 upazila (sottodistretti) del Paese, nelle aree di Chittagong, Dhaka, Khulna, Rajshahi, Rangpur e Sylhet. Grazie ad Aloghar ogni anno circa 70mila bambini ricevono un'istruzione di base. Tra questi, 25.451 (il 40%) provengono da comunità etniche di minoranza. Oltre all'ideazione e alla distribuzione di materiali Mle, il progetto sostiene lo sviluppo dei tribali attraverso la formazione di insegnanti e il coinvolgimento diretto di queste popolazioni. 

 

LEGGILA IN ESPERANTO

 

FONTE: Asianews




indietro