“Prima le mamme e i bambini”- un progetto in 4 ospedali africani

http://www.mediciconlafrica.org/images/stories/mediciconlafrica/sostienici/Prima_le_mamme_e_i_bambini/prima%20le%20mamme%20e%20i%20bambini.jpg

"Prima le mamme e i bambini" è la parola d'ordine di un intervento promosso da Medici con l'Africa Cuamm, che coinvolge 4 ospedali, 22 centri di salute periferici e si rivolge a una popolazione di 1.300.000 abitanti. Il progetto, partito con il sostegno di quattro fondazioni bancarie italiane(Fondazione Cariparo, Fondazione Cariplo, Fondazione Cariverona e Compagnia San Paolo) è arrivato al secondo anno di attività.

 

L'obiettivo è "raddoppiare in cinque anni il numero dei parti assistiti, arrivando progressivamente a 125.000 parti negli ospedali e nei distretti di riferimento di Chiulo in Angola, Wolisso in Etiopia, Aber in Uganda e Tosamaganga in Tanzania". Una sfida strategica per continuare a combattere la mortalità materna e infantile.

 

A Milano, saranno presentati i dati, ma anche le storie e i protagonisti, le voci e i volti di chi ogni giorno opera sul campo e che in due anni ha assistito 84.718 mamme e i loro bambini, garantendo 42.359 parti sicuri e gratuiti nei quattro ospedali e nei distretti di riferimento, di cui 3.180 parti cesarei.

 

 "Resta molto da fare – dichiara don Dante Carraro, direttore di Medici con l’Africa Cuamm – ma con un incremento di quasi il 10% rispetto al primo anno, il traguardo dei 125.000 è più vicino. Quello che ci interessa è portare i numeri, parlare di risultati, sapendo che dietro ai numeri ci sono le persone, le tante mamme e bambini a cui vogliamo garantire un futuro. Perché la cooperazione è realmente portatrice di cambiamento solo nella misura in cui assume un costante orientamento all’accountability, alla cultura dei risultati".

 

LEGGILA IN ESPERANTO

 

FONTE:




indietro