BELGIO – il Creost: ricostruire un osso grazie alle cellule adipose

Se fin’ora di fronte alle fratture si è ricorso al gesso, spesso capita che un osso non sia in grado di rigenerarsi autonomamente; ma dal laboratorio della clinica universitaria San Luca di Bruxelles arriva una nuova tecnica sorprendente: la ricostruzione dell’osso grazie alle cellule adipose...

 

Questo tipo di cellule ( gli adipociti) vengono prelevate, senza dolore, dalla zona sottocutanea del paziente. Gli adipociti vengono trattati  per ottenere cellule ossee ottenendo un composto organico che andrà a riparare l’osso. Questo materiale biologico, brevettato dai ricercatori, è stato battezzato ‘Creost’

 

Denis Dufrane, uno dei ricercatori afferma che “Questa è la ragione per cui è tanto originale: abbiamo imitato madre Natura. E abbiamo rispettato la fisiologia umana”.

 

Il Creost  “Può essere applicato su ogni ‘foro’ delle ossa: nella mascella, nella testa del femore e nelle ossa lunghe. Se c‘è un buco nella struttura di un osso, si può sempre utilizzare il Creost”.

 

Le radiografie dimostrano che la “riparazione” è del tutto invisibile e “Non c‘è rigetto” assicura il neurochirurgo Christian Raftopoulos “ perché tutto il materiale proviene dal paziente stesso. Il problema principale è il costo del procedimento. Ma se tutto funziona, se riuscissimo a farlo diventare più rapido, allora il suo potenziale sarà enorme. La traumatologia e la scienza anti degenerativa interessano tantissimi pazienti”.

 

LEGGILA IN ESPERANTO

 

FONTE: euronews.com




indietro