La Regina Elisabetta apre il Giubileo di Diamante con un ricevimento interreligioso

LONDRA, 21 febbraio 2012 – membri di altre nove religioni a un incontro speciale per il Giubileo di diamante di Sua Maestàla Regina ElisabettaII.

Durante un ricevimento che si è svolto a Palazzo Lambeth, residenza ufficiale dell’Arcivescovo di Canterbury, buddhisti, cristiani, ebrei, giaini, indù, musulmani, baha’i, sikh e zoroastriani hanno parlato delle loro credenze con la Regina e con Sua Altezza Reale il Principe di Edimburgo e hanno mostrato loro oggetti preziosi delle varie fedi.

 

Il ricevimento, che ha avuto luogo il 15 febbraio, è stato uno dei primi impegni pubblici della Regina nelle celebrazioni del suo Giubileo di diamante.

 Rivolgendosi ai presenti,la Reginaha detto: «La fede ha un ruolo fondamentale nell’identità di milioni di persone, alle quali offre non solo un sistema di credenze ma anche un senso di appartenenza».

 «Le nostre religioni ci danno un’importante guida su come vivere la nostra vita e sul modo in cui ci trattiamo reciprocamente».

 «Esse possono essere uno sprone all’azione sociale. In verità i gruppi religiosi possono vantarsi di aiutare le persone che hanno maggiormente bisogno».

 La Regina ha concluso facendo gli auguri a ciascuno dei gruppi religiosi presenti fra gli ospiti, «nella speranza che, con la certezza della protezione della nostra Chiesa ufficiale, continuiate a prosperare e a mostrare forza e visione nelle relazioni fra noi e con il resto della società».

 

 VI SERVIRO' FINCHE' VIVO
"Vi servirò finché vivo". E' l'impegno, senza limiti di tempo e di età, della regina Elisabetta, che celebra il 60mo anniversario della sua ascesa al trono.
In una dichiarazione diffusa da Buckingham Palace, la sovrana ha ripreso i temi del messaggio di Natale, all'insegna dei valori della famiglia e del buon vicinato."Vi ringrazio del vostro meraviglioso appoggio" ha detto ai cittadini, affermando che "in questo anno speciale auspico che tutti ricorderemo il potere del trovarsi insieme".

 

 mandaci il tuo articolo! scrivi nella sezione "Dicci la tua"




indietro