INDIA - un milione di pellegrini si è immerso nel Gange

Una cerimonia popolare e religiosa in India, che non si è potuta celebrare al momento giusto per 65 anni.

 

Circa 1,2 milioni di pellegrini indiani si sono immersi nel giro di 24 ore, fino a venerdì sera alle 19,04 locali, nelle acque del Gange a Gangasagar (West Bengala) per celebrare l’evento, considerato di grande auspicio, del passaggio nel cammino celeste del sole dal regno del Sagittario a quello del Capricorno (Makar Rashi).

 

L’appuntamento, alla confluenza del Gange con la Baia del Bengala, è quello che ogni anno attrae il maggior numero di fedeli hinduisti, dopo il Kumbh Mela. Gyandas Mohant, massimo sacerdote del tempio di Kapilmuni costruito sul punto di confluenza, ha sottolineato l’importanza dell’evento, perchè dopo 65 anni l’immersione dei devoti (Makarsankranti) a Gangasagar è potuta avvenire nelle ore serali. Il periodo fausto (Amrit Yog) – ha sottolineato – è cominciato alle 19,04 di martedì 14 gennaio ed è continuato fino alla stessa ora di venerdì.

 

LEGGILA IN ESPERANTO

 

FONTE: iljournal.it




indietro