IRAQ – inaugurato un ambulatorio medico senza discriminazioni religiose

http://www.asianews.it/files/img/IRAQ_-_ambulatorio.jpg

"E' un’iniziativa che aiuta a diffondere lo spirito di collaborazione fra tutti i cittadini” e a valorizzare il ruolo dei cristiani, “membri autentici di questo Paese”. La struttura, ricavata da un ex ospizio, sorge in un’area a maggioranza sciita. Leader musulmani sottolineano il ruolo della minoranza nella difesa “dei principi di pace e convivenza”....

 

Il 13 gennaio scorso i vertici della Chiesa irakena hanno inaugurato il complesso ospedaliero di San Giuseppe, che sorge nell'area di Baladiyat, nella zona est di Baghdad. Alla cerimonia del taglio del nastro, effettuato da Mar Sako, hanno partecipato vescovi, sacerdoti, suore, religiosi musulmani, esponenti del governo centrale e semplici cittadini.

 

 L'ambulatorio sorge in un'area di Baghdad a maggioranza sciita, ma è "aperto a tutti senza eccezione" ci rassicura sua Beatitudine Mar Louis Raphael I Sako il Patriarca caldeo che ha sostenuto con forza la realizzazione di questo ambulatorio "Sono progetti e iniziative nel settore umanitario, che aiutano a diffondere lo spirito di collaborazione fra tutti i cittadini. E far capire che i cristiani sono membri autentici di questo Paese, che vogliono fare del bene a tutti".

 

Fonti del Patriarcato caldeo spiegano che finora è stato inaugurato solo l'ambulatorio, ma nel prossimo futuro sarà completato tutto il progetto. Al momento non vi sono ancora stanze per i pazienti, ma solo studi per i medici delle varie specializzazioni. In un primo momento era stato pensato come una casa di riposo per anziani, ma non ha riscosso grande successo; per questo si è deciso di trasformarlo in un vero e proprio ospedale.

 

In un Paese spesso martoriato da violenze. L'ospedale  (San Giuseppe il nome scelto) diventa così un segno di "speranza" e "umanità", un luogo "aperto a tutte le religioni" e "al servizio della società". 

 

 

LEGGILA IN ESPERANTO


FONTE: Asia news




indietro